Google+

Inchiesta «Due Torri» alla Provincia, Citarella torna dal Pm per chiarimenti

Lascia un commento

settembre 7, 2012 di mariacuonocommunication

L’imprenditore dovrebbe essere ascoltato domani da Rosa Volpe. Divergenze con gli altri interrogati?

Forse ci siamo. Giovanni Citarella sarà nuovamente ascoltato dal Pm Rosa Volpe, titolare dell’inchiesta Due Torri sull’affaire degli appalti truccati. L’appuntamento, a meno di nuovi rinvii, è fissato per domani mattina. Il patron della Nocerina è stato ascoltato dal pubblico ministero della Dda già in altre due circostanze. Al termine del secondo faccia a faccia, richiesto espressamente dal legale dell’imprenditore (Michele Sarno, ndr), il Gip Gaetano Sgroia concesse gli arresti domiciliari a Giovanni Citarella. Un terzo interrogatorio è stato reso, successivamente, davanti al Pm Vincenzo Montemurro nell’ambito dell’inchiesta sui falsi tesseramenti al Pdl (sulla vicenda la Procura sta per chiudere il cerchio dopo le recenti acquisizioni al Comune di Cava). Citarella sarà, quasi certamente, chiamato a fornire ulteriori chiarimenti dopo gli interrogatori resi dalle altre persone coinvolte nella vicenda degli appalti truccati in Provincia. Il Pm Rosa Volpe vorrà, quasi certamente, confrontare quanto dichiarato dagli altri imprenditori, e dal funzionario della Provincia Raffaele Orefice (ancora in carcere, come del resto Pio De Luca), sulla delicata questione per dare un nuovo, e probabilmente decisivo, impulso all’inchiesta assurta agli onori della cronaca lo scorso giugno con il blitz degli uomini dell’Arma che portò all’arresto di 15 persone. Non sono da escludere incongruenze con quanto esposto da Citarella nei due interrogatori resi davanti al magistrato della Dda e le altre persone che hanno chiesto ed ottenuto di essere nuovamente ascoltate. Ma Citarella non sarà l’unico a deporre in questi primi giorni di settembre davanti al pubblico ministero. La settimana prossima dovrebbe toccare nuovamente a Carmine Ruggiero. L’imprenditore di Capaccio, agli arresti domiciliari, si presenterà per la seconda volta dal pubblico ministero titolare delle indagini nel giro di un mese e mezzo. Difeso dall’avvocato Antonello Natale, l’imprenditore proverà a chiarire alcune incongruenze emerse nell’ultimo interrogatorio. Contraddizioni che avrebbero spinto il Gip Sgroia a confermare la misura cautelare. Nel frattempo Carmine Ruggiero aveva ottenuto il permesso per effettuare delle visite specialistiche. L’anziano imprenditore ha accusato qualche problemino cardiaco ed ha chiesto di poter effettuare controlli più approfonditi.

Trasparenza & Legalità – 6 Settembre 2012

www.trasparenzaelegalita.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

RSS News da Allinfo.it

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

fai click qui per leggere l'informativa

e qui per l'informativa del gestore

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua navigazione. Navigando sul nostro sito acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.Leggi quiESCI