Google+

Provincia, inchiesta «Due Torri»: Citarella parla ancora. I politici nel mirino

Lascia un commento

settembre 12, 2012 di mariacuonocommunication

Forte accelerazione all’inchiesta «Due Torri» sugli appalti truccati alla Provincia di Salerno. Si è tenuto ieri infatti il nuovo interrogatorio di fronte al pm Rosa Volpe, durato oltre due ore, di Giovanni Citarella. Era stato proprio il patron della Nocerina a chiedere al magistrato d’essere nuovamente ascoltato, per chiarire alcune sue precedenti deposizioni anche alla luce dei molti articoli di stampa apparsi dopo lo scoppio dell’inchiesta. «Nella sostanza– scrive Giuseppe D’Alto sul Roma Cronaca – il pm avrebbe chiesto ulteriori delucidazioni sul ruolo dei politici ed in particolare degli assessori di riferimento (Alfieri prima, Feola poi) con attenzione particolare all’amministrazione Cirielli (sul precedente quadriennio dell’amministrazione provinciale il magistrato ha praticamente chiuso il cerchio)». Il verbale è stato immediatamente secretato. Lunedì prossimo invece dovrebbe toccare all’imprenditore di Capaccio, Carmine Ruggiero.

Il Gip Gaetano Sgroia ha già disposto il giudizio immediato per 12 indagati, tra imprenditori e funzionari. Ma è evidente che ormai l’inchiesta si sta spostando sul “livello superiore” «e ora potrebbe coinvolgere anche i politici – come scrive Luigi Colombo su “la Città” – i cui nomi sono saltati fuori nel corso delle precedenti intercettazioni e anche nelle dichiarazioni di alcuni odierni imputati. Si approfondisce la posizione degli ex assessori Franco Alfieri e Pasquale Stanzione ma anche dell’attuale esponente della giunta Marcello Feola, oltre ad altri ex sindaci, consiglieri comunali, amministratori e presidenti di enti pubblici sparsi su tutta la provincia».

Quel che appare ormai chiaro è che l’inchiesta “Due Torri” si è divisa in due parti. «Una – come spiega Rosaria Federico su Metropolis – ampiamente chiusa e cristallizzata con il giudizio immediato disposto giovedì scorso dal gip Gaetano Sgroia, l’altra viva e ricca di nuovi elementi. Una nella quale le accuse sembrano già ampiamente provate – grazie anche ad alcune confessioni – con capi d’imputazione che riguardano l’associazione per delinquere e la corruzione. L’altra dove sono inseriti a pieno titolo gli elementi emersi dopo l’arresto degli imprenditori del sistema Citarella».

«I pm della Procura di Salerno insieme ai carabinieri del Ros hanno predisposto nuove intercettazioni – successive al 12 giugno scorso, data degli arresti – parte delle quali depositate nei giorni scorsi e messe a disposizione degli avvocati difensori. Parte delle intercettazioni potrebbero essere state effettuate in carcere, quando gli imprenditori della “cricca” erano più deboli e disposti a parlare di “segreti” non confessati neppure negli interrogatori successivi, rilasciati al pm Rosa Volpe per ottenere dei benefici».

In un altro passaggio, l’articolo di Metropolis dice che «proprio i particolari che gli indagati hanno riferito – consapevolmente o inconsapevolmente – a proposito del coinvolgimento dei politici sono tenuti “sotto chiave” in attesa di completare le acquisizioni e le prove che sono già tra le mani degli inquirenti».

Intanto la giunta di Palazzo Sant’Agostino, in seguito alla relazione dell’assessore Adriano Bellacosa, ha deliberato di costituirsi parte civile nei procedimenti “Ghost Road” e “Re Mida”.

Pubblicato sabato 8 settembre su Trasparenza & Legalità

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

RSS News da Allinfo.it

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

fai click qui per leggere l'informativa

e qui per l'informativa del gestore

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua navigazione. Navigando sul nostro sito acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.Leggi quiESCI