Google+

La protesta: cittadini e sanitari davanti al Pascale di Napoli

1

settembre 15, 2012 di mariacuonocommunication

Lunedì 17 Settembre, alle ore 13.00 cittadini e sanitari protesteranno davanti all’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori Fondazione G. Pascale di Napoli, contro il blocco della Legge sulla Istituzione del registro Tumori Regione Campania, pur votato all’unanimità dal Consiglio Regionale della Campania.

“Mi sono sentito male alla notizia del blocco della legge regionale – dichiara Antonio Marfella, tossicolo oncologo del Pascale – sul registro tumori approvata all’unanimita’ da 60 consiglieri regionali della Campania. Non ne conosciamo i motivi tecnici, ma si parla di profili di incostituzionalità per sforamento economico del piano di rientro sanitario della regione campania. E’ veramente incredibile come sinora nessuno dei 60 consiglieri regionali e del governo regionale che ha approvato la legge alla unanimita’ ripeto, abbia rilasciato una sola dichiarazione di critica del provvedimento e di immediata volontà di porre riparo agli eventuali errori. Ciò vuol dire esplicitamente, a mio parere, che al governo si lascia fare un gioco sporco che noi cittadini e movimenti abbiamo impedito fosse fatto in Campania”.

“Hanno semplicemente terrore – continua Antonio Marfelladei dati che saranno comunque costretti a produrre e fa veramente impressione che il governo centrale si assuma la terribile responsabilità di non fare la legge urgente per la tracciabilità dei rifitui tossici e industriali col sistri, e si prende la responsabilita di negare il diritto di sapere cosa succede con il disastro dei rifiuti tossici sversati da decenni in Campania anche per colpa del governo centrale.

Il governo centrale col decreto balduzzi ha obbligato le regioni ha utilizzare con costi eccezionalmente gravi farmaci innovativi ad altissimo costo per curare il cancro e poi non ha la stessa sensibilità nell’obbligare le case farmaceutiche e gli ospedali a verificare la reale efficacia di questi famaci costosissimi e in molti casi inefficaci e inutili”.

“E’ eccezionalmente grave – aggiunge  Antonio Marfellache presunti tecnici facciano scrivere al governo che cosi si evitano farmaci obsoleti. I farmaci non possono essere oblsoleti, possono solo essere efficaci o inefficaci e a costo basso o altissimo. E’ obsoleta l’aspirina (acido acetilsalicilico)? hanno cosi autorizzato un favore a molte ditte farmaceutiche che cosi avranno soldi dallo Stato per farmaci non efficaci per non meno di 50 milioni di euro l’anno nella sola regione campania e si pongono problemi di costituzionalità per il  registro tumori? non si pongono problemi di costituzionalita’ per avere autorizzato a spendere per molti farmaci ancora non dimostrati efficaci? e quanto in concreto hanno recuperato dalle ditte farmaceutiche per i farmaci di dubbia efficacia passati in regime di risk sharing o cost sharing? Il ministro balduzzi ce lo faccia sapere e utilizzi quei soldi per finanziare il registro tumori regione campania….o hanno paura di non avere soldi da quelle fonti dalla case farmaceutiche? e a noi cittadini quando ci costano questi sprechi sui farmaci innovativi non efficaci=? “

“In ogni caso non permetteremo – conclude Antonio Marfella –  anche al governo centrale di giocare con la salute dei cittadini campani. Ci hanno massacrato, continuano a massacrarci coi rifiuti tossici e devono smetterla di continuare ad affermare per conflitto di interesse che eccessi di cancro e diabete in Campania sono dovuti solo a cattivi stili di vita individuale, in presenza di un disastro ambientale cosi grande, diffusi, negato e che si protrae da troppo tempo senza interventi adeguati dallo Stato, quindi, in piena complicità con la camorra….che in fondo come il governo in questo caso, fa solo il lavoro sporco dei lobbisti che ci stanno uccidendo e distruggendo il sistema sanitario pubblico”.

Lo scopo dell’iniziativa di lunedì sarà quello di occupare a catena la zona ospedaliera dal Pascale al Cardarelli per chiedere il registro tumori e opporsi all’alleanza tra Stato e camorra.

Per l’occasione è stato creato un evento su facebook. Questo è il link per aderirvi: http://www.facebook.com/events/112295912255070/

L’UNIONE FA LA FORZA!!

Annunci

One thought on “La protesta: cittadini e sanitari davanti al Pascale di Napoli

  1. […] Clicca qui per leggere l’articolo completo e l’inchiesta a cura della bravissima giornalista Maria Cuono 40.839983 14.252542 Scarica: Pin ItShare on TumblrEmailLike this:Mi piaceBe the first to like this. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

fai click qui per leggere l'informativa

e qui per l'informativa del gestore

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua navigazione. Navigando sul nostro sito acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.Leggi quiESCI