Google+

Primo Amore al Piccolo Teatro Del Giullare di Salerno

Lascia un commento

aprile 25, 2018 di mariacuonocommunication

PRIMO AMORE

PRIMO AMORE
Monologo in versi liberi di Letizia Russo

Con Massimiliano Marchi
Regia di Antonella Valitutti
disegno luci Licia Amarante
elementi di scena e costumi L.A.A.V.
foto Fulvio Ragusa
puracultura.it mediapartner
Produzione LAAV Officina Teatrale /Out of Bounds

—————–

“Letizia Russo fa scoprire un dio in terra al quarantenne di ritorno alla città della sua giovinezza che, rivangando il proprio passato, riconosce nel cameriere di un bar il ragazzo che gli fece scoprire, a quindici anni, l’amore e il destino omosessuale della sua vita.” (Franco Quadri)

“Colpisce per l’aura di mistero Primo amore, un bel monologo in versi liberi scritto nel 2005 per il gay festival Garofano verde. Il ritorno di un uomo quarantenne nella sua città natale si trasforma rapidamente nel recupero della memoria quando riconosce nel cameriere di un bar l’amico con il quale aveva avviato a quindici anni relazioni omosessuali, segnando in questo modo il corso della sua vita, malgrado la lacerante rottura della relazione amorosa ad opera dei genitori timorosi dello scandalo. Probabilmente il cameriere riconosce l’uomo, ma manifesta il contrario, lo ignora. Le parole del monologo diventano un fiume in piena di un’anima lacerata e tormentata, che rincorre frammenti di vita, ricordi di sensazioni gioiose che si consumano nell’effimero piacere del gioco bizzarro e quasi incontrollato della memoria, per poi culminare nel travolgente desiderio di uccidere quell’uomo simile ad un’antica divinità. Anche in questo testo la Russo dimostra una scrittura matura, precisa e strutturata per la rappresentazione teatrale, con una sintassi fluida ed essenziale dove ogni elemento linguistico è perfettamente disposto in un impianto narrativo sofisticato.”
(Massimo Bertoldi)

——————-

VENERDI 27 APRILE ore 21.00
ultimo appuntamento
con gli spettacoli di L.A.A.V. Officina Teatrale
stagione 2017/8

Piccolo Teatro del Giullare
traversa Incagliati Salerno

intero euro 10 / under 18 euro 5
info 377 99 69 033

——————-

LETIZIA RUSSO
“Scrivere per me è un modo di comprendere le cose. Soprattutto per quel che riguarda le dinamiche di relazione tra gli esseri umani. I grandi e piccoli fiumi di potere che scorrono nelle vite delle persone. Mi sembra di avere la possibilità di capire davvero l’uomo solo quando ne scrivo, quando un personaggio parla, sfugge al mio controllo, vive senza che sia io ad ordinarglielo. Per questo per me scrivere non è dire come la penso, convincere qualcuno, ma cercare le ragioni che partoriscono gli uomini per quello che sono, e condividere col pubblico la possibilità di farsi delle domande.”

Biografia
Letizia Russo è nata a Roma nel 1980. Inizia a scrivere per il teatro a diciotto anni. A ventun anni riceve il premio Tondelli per il suo secondo testo, Tomba di cani. Lo stesso testo riceve nel 2003 il Premio Ubu. Nel 2002 frequenta la Summer School del Royal Court Theatre di Londra, e nello stesso anno riceve una commissione dal National Theatre di Londra per il festival Shell Connections. I suoi testi sono tradotti e rappresentati in vari paesi europei e extraeuropei, come Francia, Germania, Repubblica Ceca, Portogallo, Brasile, Cile. In Italia una raccolta parziale dei suoi testi è stata pubblicata da Ubulibri. All’attività di autrice affianca quella di traduttrice dall’inglese e dal portoghese. Ha lavorato come formatrice alla Scuola Holden di Torino e all’accademia Paolo Grassi di Milano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

fai click qui per leggere l'informativa

e qui per l'informativa del gestore

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua navigazione. Navigando sul nostro sito acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.Leggi quiESCI