Google+

Crolla una balconata del Teatro Apollo di Londra. Si temono vittime

Lascia un commento

dicembre 19, 2013 di mariacuonocommunication

Teatro Apollo londraMaria Cuono Communication segnala quanto segue: Parte di una balconata del teatro Apollo di Londra è crollata. Dalle prime informazioni sembra che ci siano dei feriti. Il teatro in Shaftesbury Avenue era pieno di gente per la rappresentazione serale dello spettacolo «Curious Incident of the Dog». I vigili del fuoco hanno inviato otto autopompe sul luogo dell’incidente.

 «Siamo a conoscenza di un numero imprecisato di feriti, alcuni ancora sotto le macere – dice la polizia. Charlotte Rolt, che era nel teatro, ha scritto via Twitter: «Al teatro Apollo è il caos totale. Il tetto ci è appena crollato addosso. Sembra di essere in una miniera».Khalil Anjar Walla , ha detto : «Ero al teatro Apollo per assistere a una commedia quando il soffitto è crollato. Prego per chi è ancora lì dentro» Un altro testimone: «Il soffitto ha iniziato a tremare e poi è crollato».

A crollare pare che sia stata parte della galleria. Una testimone ha raccontato all’emittente di aver sentito un rumore di qualcosa che si spezzava prima del crollo, alle 20:15 ora locale, le 21:15 in Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

fai click qui per leggere l'informativa

e qui per l'informativa del gestore

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua navigazione. Navigando sul nostro sito acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.Leggi quiESCI